CYBERBULLISMO: la Camera approva la legge per contrastare il fenomeno



La Camera dei deputati ha finalmente approvato oggi la proposta C.3139-B contenente "Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo".

Ecco tutte le novità.

Cos’è il cyberbullismo: La principale novità è l’introduzione della definizione di cyberbullismo vale a dire “qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d'identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica, nonché la diffusione di contenuti on line aventi ad oggetto anche uno o più componenti della famiglia del minore il cui scopo intenzionale e predominante sia quello di isolare un minore o un gruppo di minori ponendo in atto un serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in ridicolo” (art. 1 comma 2).

La legge inoltre prevede che ciascun minore vittima che abbia compiuto 14 anni (o l’esercente la responsabilità genitoriale) possa chiedere al gestore del sito la rimozione/oscuramento di dati personali ivi pubblicati.

Nessun nuovo reato ma arriva l’ammonimento del Questore: salta definitivamente l’introduzione di aggravanti specifiche al delitto di atti persecutori (come previsto nel testo iniziale). Viene però estesa l’applicabilità dell’ammonimento anche ai casi di cyberbullismo. Grazie a questo istituto il minore vittima, prima di proporre querela per diffamazione, minaccia o illecito trattamento dei dati personali può chiedere al Questore di ammonire l’autore del fatto affinché cessi le condotte offensive (purché anch’egli minore infraquattordicenne).

Il tavolo tecnico del Governo: sul fronte della prevenzione invece, vi è l’adozione di un tavolo tecnico con rappresentati del Ministero dell’Istruzione, dell’Interno, delle Politiche sociali, della Giustizia, dello Sviluppo economico, dell’Autorità garante per la privacy nonché delle associazioni coinvolte nella tutela dei diritti dei minori, rappresentanti dei genitori e degli studenti al fine di monitorare il fenomeno e adottare campagne informative di sensibilizzazione.

Prevenzione anche nelle scuole: verranno adottate dal Ministero dell’istruzione sentito il dipartimento della giustizia minorile del Ministero della Giustizia linee di orientamento per il contrasto del fenomeno anche in ambito scolastico.

Avv. Alberto Bernardi

Studio Legale Maisano

Avvocati Penalisti in Bologna

Vuoi saperne di più?

Sei vittima o conosci qualcuno vittima di cyberbullismo ma non sai come muoverti?

Contattaci al telefono, per email o su Facebook e sapremo aiutarti.

Qui puoi trovare tutti i nostri recapiti.

#molestie #stalking #minori #cybercrimes #privacy #cyberbullismo

0 visualizzazioni

Hai un problema simile?

I nostri professionisti possono aiutarti.

Contattaci compilando il form. Oppure visita la pagina CONTATTI

Cliccando sul tasto invia dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla Privacy resa ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e Reg. 679/2016 e autorizzo il trattamento dei dati personali secondo l'informativa stessa.

Studio Legale Maisano
Via Castiglione, 124 - 40136 - Bologna
Tel. 051 331416 - Fax. 051.0076252 - Cell. 338.6418759

Email: maisano@studiolegalemaisano.it

Pec: francesco.maisano@ordineavvocatibopec.it

  • Facebook - White Circle
  • LinkedIn - White Circle

Il titolare dello Studio Legale Maisano è

Avv. Francesco Antonio Maisano

Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Bologna

Iscritto all' Albo Speciale patrocinatori Giurisdizioni Superiori

P.IVA. 03675710374